MONDOMTB

Vai ai contenuti

Menu principale:

Discipline

La mountain bike moderna nasce alla fine degli anni settanta in California, dopo un lungo periodo in cui venivano usate biciclette adattate, dette klunker (catorci) per far gare in discesa su strade forestali; Si ritiene che la prima bicicletta appositamente costruita per l'uso fuoristrada sia quella di Joe Breeze, nel 1978. Successivamente Gary Fisher, Charlie Kelly e Tom Ritchey si associarono nella MountainBikes. Nei primi anni ottanta vennero vendute le prime mountain bike prodotte su larga scala, che a quel tempo erano poco più che biciclette da corsa irrobustite, con manubrio dritto e gomme più larghe. Nei vent'anni a cavallo del 2000 il mountain biking è diventato uno sport fra i più diffusi, e il mercato e la nascita di competizioni sportive basate sulle specialità del mountain biking hanno permesso uno sviluppo tecnologico continuo, per cui oggi sono possibili attività che una volta non erano nemmeno pensabili.

Oggigiorno la moderna Moutain Bike si divide nelle seguenti discipline:

XC (cross country) Si tratta di gare ad anello su brevi percorsi da ripetere più volte, caratterizzati da salite tecniche e discese solitamente su single track (in coppa del mondo il livello tecnico è eleveto anche in discesa, nelle gare di livello inferiore non ci sono eccessive difficoltà).

Marathon Simili alle bici da XC per allestimento e caratteristiche, le bici marathon hanno in genere più escursione e sono full suspended. Sono pensante per percorsi e gare più lunghe, dove un mezzo eccessivamente rigido e reattivo sarebbe stancante e quindi penalizzante.

Trail Bikes Salendo di categoria, si abbandonano i mezzi propriamente da gara e troviamo la prima grande famiglia di mtb pensate per un uso ricreativo: le trail bikes.

All Mountain Con il termine all mountain si intendono due aspetti diversi della mountain bike. Da un lato con all mountain/enduro si indica una grande “disciplina” che altro non è che il girare in montagna con la propria bicicletta. Quello che la maggior parte dei riders fa ogni weekend: uscire con gli amici alla ricerca dei sentieri più belli. Si può praticare con ogni tipologia di bici, ma le più adatte sono le bici trail, all mountain ed enduro.

Enduro La disciplina del momento, le bici da enduro non sono solo adatte alle gare ma sono ottimi mezzi per pedalare e divertirsi sui più tecnici singletrack.

Freeride Con circa 180-200mm di escursione, le bici da freeride sono dei mezzi difficilmente pedalabili. Le sospensioni sono prevalentemente a molla e la forcella è in genere monopiastra da 180mm. Il telaio è quasi sempre in alluminio, le ruote da 26″. L’allestimento è pensato per resistere agli abusi, visto che una bici da freeride nasce per gli utilizzi più estremi.

Downhill Da non confondere con le bici da freeride, sono invece quelle da downhill, mezzi pensati apposta per la disciplina della DH. Con un’escursione attorno ai 200mm, la bicicletta da DH è ottimizzata per la discesa. Passo lungo, angolo di sterzo aperto e piantone sella disteso: tutto è ottimizzato per le elevate velocità che si raggiungono in questa specialità. Rispetto alle bici da freeride, le DH montano forcelle doppia piastra da 200mm e steli fino a 40mm. In genere si adottano sospensioni a molla, anche se sempre più riders stanno sperimentando soluzioni ad aria.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu